viaggio

rewind | verso la terra sarda

Dopo un bel mese e mezzo in Calabria, io e i miei bambini siam partiti per la Sardegna. Da allora non ho avuto più praticamente tempo di scrivere delle mie bellissime, lunghissime, fantastiche vacanze e di quello che ho visto e fatto. Tante idee per la testa ma il tempo… volato! Allora proviamo a riprendere le fila.

Sono mezza sarda, per parte di padre,  e nel Sulcis abita la mia famiglia. Sono stata in Sardegna nel 2014, con Carmen Sofia e mia sorella Ambra, ma poi, per vari motivi, ho saltato la mia annuale visita all’isola.

Quest’anno però volevo e dovevo tornare e allora è partita la macchina organizzativa per stare un po’ nella ‘mia casa’ sarda, coi miei zii.

Purtroppo dalla Calabria non ci sono voli diretti per Cagliari e questo per noi ha significato fare scalo a Roma.

Io ero un po’ preoccupata, lo può confermare mia sorella che è venuta con noi in aeroporto e poi ha proseguito il suo viaggio verso Milano. Avevo una paura tremenda di perdere uno dei due bambini (o entrambi, perchè no?!) e così ho cercato un po’ di consigli su internet. I blog delle mamme sono sempre ricchi di sorprese e  danno indicazioni su come affrontare voli intercontinentali e non con bambini piccoli e piccolissimi.

Allora mi sono organizzata: zainetto, etichette ovunque con scritto nome, cognome, numeri di telefono, ho cercato di vestirli dello stesso colore (‘così saltano subito all’occhio’), ho anche attaccato un nastro al mio zaino per agganciarlo a quello di Franky in caso decidesse di scappare (il ragazzo si è subito ribellato al mio guinzaglio….).

Certo… ho esagerato. Sono stati bravi e non è successo nulla.

Dall’aereo abbiamo avvistato le coste della Sardegna, le sue rocce antiche, i suoi altipiani bruni, le colline giallo-oro, la pianura del medio campidano.

IMG_2757

A Cagliari abbiamo incontrato mia mamma e mia zia Sandra, che, per chi non lo sapesse, è la baby sitter personale di Franky, dopo qualche ora è arrivato mio zio Marco, fuori dall’aeroporto ci aspettava pazientemente zio Pietro.

Una volta tutti riuniti, eccoci partire in macchina verso Su Baroni, dove i miei zii hanno la loro casa immersa nella campagna, tra le vigne e i campi di carciofi, non lontana dallo stagno coi suoi fenicotteri rosa e dalla bella spiaggia di Porto Pino.

finestra da subaroni

Tornare qui mi apre sempre il cuore, anche se quest’anno, per ovvi motivi, non ho potuto vagare sola per le strade sterrate con il vento potente che tutto avvolge e toglie il fiato. Ho però rivisto il mio mare, i miei mari, le mie spiagge.

IMG_2510

E ho avuto anche la grandissima fortuna di incontrare alcune amiche milanesi che per motivi vari sono venute nel Sulcis. Dopo tanti mesi passati lontane è stato bello trascorrere qualche giorno, intenso, insieme.

IMG_2772

Abbiamo fatto anche una escursione a cavallo nelle saline.

Diciamo che è stato bello, anche se immagino che a saper andare a cavallo ci si possa divertire molto di più, e godersi anche in un altro modo la cavalcata… Tra l’altro il mio cavallo e quello di Corinna erano un po’ indisciplinati. Insomma, bello ma perfettibile.

Il tempo è poi  passato veloce, il maestrale ci ha regalato qualche giorno di fresco, e, anche se la temperatura delle acque ne ha risentito, io lo ringrazio infinitamente, perché il caldo in Sardegna può essere davvero devastante.

Ho potuto festeggiare il mio compleanno in veranda, con maialetto cucinato dal miglior cuoco in circolazione, con vino Buio Buio, torta e mirto. E sopratutto con persone che profondamente amo.

Ho fatto una giornata intera per preparare dolci sardi: 2 chili di amaretti, 2 chili di biscotti, pardule, seadas e , giusto per non farci mancare niente, pane pomodoro!

Zio Pietro grigliava quasi tutte le sere, i bambini han giocato con i loro cuginetti più grandi e hanno imparato a conoscere il cielo sardo, i suoi silenzi, i suoi profumi.

Ci sono stati momenti un po’ faticosi, perché trovare ritmi ed equilibri mette sempre a dura prova. Ma abbiamo tutti amato questi giorni in famiglia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...